giovedì 27 maggio 2010

Capitolo 3: Festeggia Milano.

(Avviso ai nostri cari lettori: questa per il blog sarà la settimana nerazzurra, ogni cosa che verrà scritta riguarderà in qualche modo i campioni d'Europa, quindi se non vi interessa tornate settimana prossima che saremo cazzari come al solito)

Se il mio caporedattore (quello di questo blog...non è il mio capo? si si lo è se no mi toglie i privilegi da amminastratore e ci tengo molto...) ha avuto il coraggio e la fortuna di andare a Madrid in un viaggio alla riscoperta di se stesso e di come non riuscire a rimorchiare nemmeno a Madrid, io me ne sono rimasto buono buono nella capitale morale d'Italia.

La serata insieme a due amici inzia alle ore 19.00 in zona piazza del rosario. Ritrovo con motorino e via a prendere posto al prenotatissimo four-four-two, visto che aveva portato benissimo all'ultima di campionato (vedi video..). video
Arrivati l'atmosfera è gia bella. C'è il rugby in tv. Per un attimo sono in centro a Londra. Fino alle 20.45 si procede in ordine sparso accaparrandosi 2 sgabelli (su 3 persone totali) a lato bancone e biretta-sigaretta-biretta-sigaretta-biretta-sigaretta-biretta-sigaretta a ripetizione intermezzate da una piadina. Fuori c'è gia gente che passa con bandiere suonando il clacson provocando piaghe da strofinamento alle zone genitali dei tifosi presenti.
La temperatura inizia a salire non metaforicamente. Alle 20.45 ci sono circa 30 gradi con un 90% di umidità stile Rio delle Amazzoni principalmente provocata da emanazioni umorali tipiche del tifoso in tensione.

Al 35esimo il pub salta per aria una prima volta. L'unico a farne le spese è quel magnifico poster delle squadre inglesi sotto il televisore di fronte al bancone in una pioggia di vetri. Sangue però non ne ho visto.

Al 70esimo non ricordo molto di quello che è successo. Ho abbracciato e baciato almeno 7/ 8 uomini (le fanciulle erano tutte sedute...) e il pazzo che stava mi stava davanti.

Alla fine del recupero si canta tutti insieme "C'è solo l'inter". Io ancora non capisco bene quello che vedo in tv. C'è una coppa bellissima, la coppa più bella che abbia mai visto in vita mia con attaccati 2 nastrini con i colori della beneamata. Non capisco. (devo ammettere che preferivo quando alzavano la coppa a centrocampo e non in tribuna con lo scoppio dei fuochi d'artificio e dei coriandoli colorati sincronizzato con il capitano...)

Continuo a non capire e ci rechiamo (benedetto sia lo scooter) in Duomo. Mai vista così tanta gente. C'è odore di polvere da sparo, di bruciato e di birra. Vetri ovunque. Ubriachi anche.
Note di colore: fuochi d'artificio sparati dalla fermata del 14 in via Torino, un R6 che sgasa per festeggiare, gente che piscia ovunque, trattore con rimorchio in zona foro bonaparte.
Finito il giro in duomo ci rechiamo a San Siro ad aspettare la squadra dopo un veloce cambio scooter-macchina con tappa pizzetta al ges pane di corsico... Sulla strada per san siro, con "oh mia bela madunina" a tutto volume al semaforo siamo fermi di fianco a una macchina di fratelli interisti estracomunitari che rispondono alla canzone con un timido "piscinina..."

Al Meazza è caos totale, per avere il bigliettino d'ingresso bisogna lottare tipo l'assalto ai forni del Manzoni e una volta dentro non c'è un cazzo se non due che a centro campo armati di microfono ci tirano scemi con la formazione tipo inzio partita e degli intermezzi con canzoni a caso e "pazza inter" ogni due altre canzoni. All'annunico che alle 3.40 la squadra parte da Madrid, distrutti, ci avviamo verso casa. (Uno dei miei due soci è poi ritornato alle 6 dopo un ora di sonno buona.)

Devo ammettere che non sono tipo da festeggiamento per strada. Ho goduto molto di più a festeggiare intimamente tutta questa settimana. La coppa mi ha reso migliore di tutti gli altri, sono felice, ascolto "C'è solo l'Inter" almeno due volte al giorno e so esattamente quanti colpi di tosse fa L'Avvocato Prisco nell'intro della canzone su Youtube.
Sono felice ancora adesso. Ma proprio felice. Nonostante i giornali, nonostante Mou, nonostante tutto.

2 commenti:

  1. ahhahah giova sei scandaloso... il trattore l'ho beccato anch'io in papiniano, che fenomeni. ho resistito a san siro fino all'arrivo dei ragazzi, ma è stata dura lo ammetto... e poi quante cazzo di birre ho bevuto non lo so mica

    RispondiElimina
  2. Io ho fatto la mattinata a San Siro però.

    RispondiElimina