venerdì 22 gennaio 2010

Speciale Moda Uomo MIlano 2010

Ormai si era capito, il nostro è un grande blog di stile che the sartorialist ci fa veramente una pippa a due mani. Sappiamo però che voi, cari lettori, siete degli straccioni, però siete degli straccioni fortunati, perchè conoscete noi! Per cercare di aiutarvi ad uscire dal vostro tunnel fatto di pile e calzini corti di spugna, ecco a voi il reportage dalle sfilate di Milano del nostro inviato Aureliano.
Buongiorno pezzenti! Sono Aureliano, ma chiamatemi pure Aureli, risparmiate l'ano per altre occasioni, ihih.
Ho un blog originalissimo di cool hunting in cui faccio foto per strada alle persone veramente cool, ma tutti mi dicono che non hanno mai visto uno più cool di me. Me lo ripete sempre Lapo quando ci vediamo, anche lui è cool, è così cool che si è tatuato il suo ritratto tra le scapole così almeno quando ci incontriamo lo guardo in faccia.
Ma bando alle ciancie ho scelto per voi il meglio delle sfilate milanesi in cui io ero sempre davanti a tutti, ihih.
La collezione di Moschino prende spunto dalle forme del loro nuovo testimonial: Renato Brunetta. In tempo di crisi è un richiamo alle vecchie usanze, la mamma che passa i vestiti del figlio maggiore a quello minore, solo che stavolta il primogenito è Tatù di Fantasilandia. Nanotecnologie!
Domenico e Stefano riescono ancora a stupire. Il mondo va a rotoli, ma perchè rinunciare alla mondanità? Infatti loro non ci rinunciano e vanno a tutte le feste, poi non ce l'hanno manco per il cazzo di mettersi lì a disegnare per la sfilata, mettetegli su una mutanda qualsiasi e buttatelo in passerella, cosa cazzo me ne frega, sono ancora pieno di Mojito! Rum e Coca Cool-a!
Diverso il target di Missoni, da anni lo stilista ufficiale degli ingegneri elettronici. Nella foto un cardigan che ha all'interno i bigini per l'esame di Controlli Automatici 1. Geek chic!
Il vero trend del 2010? Vestirsi come un contadino russo del 1907!  E Pignatelli lo sa. D'altronde la Russia dei primi del '900 era un posto veramente cool, erano tutti molto slim grazie alle pestilenze e alle carestie. Prezzo del vestito 1200 €, scorbuto incluso.
Vivienne Westwood, come Jacobean Mugatu, propone una sfilata a tema homeless, geniale! Ora finalmente so perchè il barbone di via della Commenda parlava da solo: era troppo cool perchè gli altri lo capissero!
Sapete cosa vuol dire riscaldamento globale? Significa pantaloncini corti tutto l'anno! Moncler presenta una collezione per l'uomo del 2010: un incrocio tra un ubriacone tirolese ed il sindaco di parigi. C'est magnifique!
Da Dsquared2 il tema era "Venerdì sera alla Barona". Mi manda in estasi il jeans Marocchin-chic. La periferia è definitivamente il nuovo centro.
Sempre da Dsquared2, non devi essere per forza un uomo per essere alle sfilate di moda uomo. Molto bello il completo per il cantante dei Tokyo Hotel che inossa i due stilisti come guanti. Dalle loro facce si capisce che non era la prima volta che qualcuno affondava il braccio in loro. Invidiaaaa!
Ed ora il mio idolo assoluto: Alexander McQueen. Finalmente uno stilista che pensa ai temi sociali. Nella foto possiamo vedere la soluzione di Alex alla più grande piaga dell'umanità: l'alitosi.
Sempre Alex e sempre un grande tema sociale. In tempi in cui si parla tanto di sicurezza sul lavoro ecco i suoi abiti per le categorie a rischio meno ascoltate. Nella foto, l'impermeabile per cameramen di film porno.

Se volete uscire dalla vostra sciatteria scrivetemi pure nei commenti!

Kisses,
Aureliano

6 commenti:

  1. ti sei superato, sei veramente un pirla!

    millivanilli

    RispondiElimina
  2. L'ultimo pensavo fosse l'impermeabile dei venditori di mangime per piccioni in piazza Duomo.

    RispondiElimina
  3. Lisbeth Salander27 marzo 2010 00:22

    porcoggiuda non riesco ad andare a dormire, mi sto sgalluppando tutto il tuo blog.
    Tu. Sei. Un. Genio.
    ti prego, sposiamoci!

    RispondiElimina
  4. Cara Lisbeth,
    parliamone.
    Inviami pure un tuo breve curriculum con annesso book o composit. Sono apprezzate capacità come dire l'alfabeto ruttando e capacità di trattare gli uccelli (ho sempre sognato di avere un pappagallo, se me lo curassi tu sarebbe l'ideale).

    RispondiElimina
  5. Lisbeth Salander8 aprile 2010 00:01

    aloha Master,
    sgalluppando sgalluppando ho appreso che sei donna-munito. Quindi non se ne fa nulla, sono troppo integerrima e all'antica, io.
    E poi ti confesso di non saper dire l'alfabeto ruttando. Al massimo posso dire "Wyoming" (citazione cult da cinefila doc, vediamo se la cogli, nel qual caso potrei rivedere la mia posizione, che ora è semisdraiata sul letto).
    Tante ma tante care cose.

    RispondiElimina
  6. Cara Lisbeth,
    Ovosodo, troppo facile, aspetto domande più difficil. Evidentemente hai sgallupato male, in quanto è il mio "collaboratore" il_gio che è donna-munito, io sono ancora alla ricerca dell'anima gemella, oppure di due giovani gemelle estoni...

    RispondiElimina