giovedì 25 novembre 2010

Cadeo dalle nuvole

Scusate la lunga assenza, miei cari lettori, ma ero infortunato. Volevo mettermi in forma e ho seguito i consigli di un simpatico spagnolo sovrappeso che si fa chiamare Raffa, come la Carrà. No, non è vero, per prima cosa io sto con Rafa, e seconda cosa ero solo incasinato con il lavoro. Per cause assolutamente indipendenti dalla mie capacità, dalla mia bravura o dal mio fantastico aspetto fisico ho avuto una sorta di promozione sul lavoro ed ora sono imperatore del mondo.
E' bello avere a che fare con culture diverse, è sempre utile sapere come si dice "Quanto la bocca?" in mille lingue diverse (ah ah, lingue...), ci si potrebbero fare delle luminarie di Natale da mettere in viale Padova, di sicuro interesserebbero di più gli immigrati arabi. Vi darò una notizia sconvolgente: agli arabi della nascita di Gesù non gliene frega un cazzo. Se proprio vogliamo farli felici in viale Padova potremmo scrivere "Morte ai cani infedeli" e lì si che scatterebbe la commozione di tutte le famiglie maghrebine, non delle donne, però, che non hanno ancora avuto il permesso di fare il buco per gli occhi nel Granfoulard Bassetti che usano come vestito (la moda del burqa non ha preso molto a Milano). Che fra l'altro è un casino, ho sentito che un marocchino ha sposato per sbaglio una poltrona sfoderabile di Divani & Divani, andava tutto bene, ma poi lui ha scoperto che lei si reclinava con altri.
Anche i cinesi non festeggiano il Natale, perchè dovrei fare una scritta luminosa per loro, oppure le farei usando le luci che vendono loro. E' da un po' che non ci sono incendi a Milano. 
Gli unici immigrati che veramente festeggiano il Natale sono i sudamericani, loro ci tengono a Jesus, avevano apprezzato la luminaria dedicata a loro "Nessuno frega Jesus" (vedere il blog di Absinto per referenze), infatti prima che la togliesse il comune se l'è fregata Sufres che l'ha messa sulla fiancata della sua Opel Calibra. Ha sostituito l'ormai obsoleta "Sufres cuando me ves".
Davvero, non capisco tutto questo polverone sulle decorazioni di quest'anno, in fondo l'albero di Tiffany e la torre luminosa dell'Audi a me non dispiacerebbero, è il presepe della Preparazione H con Corrado Fumagalli e Eva Henger come Giuseppe e Maria che mi sembra fuori luogo.
(Nella foto: l'unica Cadeo di cui ci fidiamo).

4 commenti:

  1. noto con piacere che anche tu tendi a rispettare l'assioma universale sulle promozioni in azienda:

    piu' in alto sali, piu' pirla diventi.

    congratulazioni ;)

    RispondiElimina
  2. e poi chissenefrega dell'albero di tiffany, checcazzo, il vero problema sono le scritte luminose in onore di mike bongiorno in via lorenteggio. ahi ahi signora longari, linea a mario bianchi, eh?, allegria... PIETOSE CAZZO

    RispondiElimina
  3. Lisbeth Salander25 novembre 2010 22:56

    Ma poi perché proprio in via Lorenteggio? E comunque non le ho mai viste accese....che imbroglioni.

    Ah, congratulazioni, mi stai diventando grande eh?

    RispondiElimina
  4. Cari tutti,
    a me le luminarie di Lorenteggio piacciono, soprattutto quella con scritto "Mi è caduta sull'uccello!".

    Si Lisbeth, sto diventando grande, e non mi hai visto da nudo!

    RispondiElimina